Centro Einstein di Studi Internazionali - CESI

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Attività 2007-2010

E-mail Stampa PDF

Attività più significative svolte dal Centro Einstein Studi Internazionali (CESI) dall'anno 2007 all'anno 2010

                 
               

2007 

Chi segue le vicende dell’Unione europea nota che molti e importanti avvenimenti hanno caratterizzato, anche nell’anno 2007, lo scenario europeo:

  • Il 25 marzo 2007 è stato celebrato il cinquantenario della firma dei Trattati di Roma, quei Trattati che nel 1957 diedero vita alla Comunità Economica Europea, nonché all’Euratom.

L’obiettivo della Federazione europea, enunciato nella Dichiarazione Schuman del 1950, non era e non è tuttavia ancora pienamente realizzato. Dopo il fallimento della Comunità Europea di Difesa (CED) i capi di Stato e di governo hanno continuato a lavorare al progetto di integrazione europea. Le proposte relative all’Unione doganale ed alla produzione, in comune, di energia atomica, elaborate durante la Conferenza di Messina del giugno 1955, diedero nuovo impulso al progetto con l’elaborazione e la firma dei Trattati di Roma.

La cerimonia della firma solenne dei Trattati di Roma avvenne in Campidoglio, nella sala degli Orazi e dei Curiazi del palazzo dei Conservatori; la stessa sala in cui, il 29 ottobre 2004, i rappresentanti dei 25 Paesi membri dell’Unione Europea  hanno firmato il Trattato che istituisce la Costituzione europea e in cui il 25 marzo 2007 si è celebrato il cinquantesimo anniversario dei suddetti Trattati di Roma;

  • Nel 2007 si è pure celebrato il centenario della nascita di Altiero Spinelli, un uomo che ha dedicato la sua vita alla realizzazione del “sogno europeo” di pace e di prosperità, e che è oggi riconosciuto fra i padri fondatori dell’Unione europea, quello che ha dato un contribuito decisivo all’avanzamento del processo di integrazione europea. Il 21 maggio 2006, a Ventotene, sull’isola in cui fu scritto il Manifesto per un’ Europa libera ed unita, il Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano, come primo atto della sua Presidenza, ha celebrato il ventennale della scomparsa di Altiero Spinelli. Era accompagnato dai Ministri Emma Bonino, Giuliano Amato e Tommaso Padoa Schioppa, da autorità italiane ed europe. Erano presenti il Presidente del Movimento Federalista Europeo (d’ora in poi MFE), Guido Montani e il Presidente del Centro Einstein di Studi Internazionali (d’ora in poi CESI), Roberto Palea. Nell’occasione si è auspicato il rilancio della costruzione di un’Unione europea su basi federali, anche attraverso un ordinamento costituzionale adeguato alla dimensione ed al ruolo politico che l’Unione deve assumere nella politica internazionale.

 

  • In primavera, a Berlino, i capi di Stato e di governo dell’UE, hanno deciso di rinnovare “le fondamenta comuni”, prima delle elezioni del Parlamento europeo del 2009. Con una Dichiarazione, hanno annunciato la fine della “pausa di riflessione” inevitabilmente  seguita all’esito negativo in Francia e in Olanda, dei referendum popolari per la ratifica del Trattato che istituisce la Costituzione europea e il rilancio del processo costituente. Il 21-22 giugno, la presidenza tedesca, sotto la guida della Cancelliera Angela Merkel, ha convocato una nuova Conferenza intergovernativa. Il Consiglio europeo ha deciso di abbandonare il Trattato che istituisce la Costituzione per l’Europa sostituendolo con un Trattato che, pur conservando alcune delle innovazioni istituzionali proposte dalla Convenzione europea, sopprime tutti i simboli della statualità europea, ritornando alla antidemocratica concezione di una Unione fondata sulla sola volontà degli Stati sovrani e non più su quella dei cittadini europei, come era stato riconosciuto nella Costituzione europea. Il nuovo Trattato di Riforma dell’U.E. (Trattato di Lisbona) entrerà in vigore quando tutti gli Stati dell’Unione l’avranno ratificato (presumibilmente, nel 2008, prima delle elezioni europee).

 

  • L’Unione Europea dei Federalisti (d’ora in poi UEF), e numerose Organizzazioni della società civile si sono assunte l’impegno di dare la parola ai cittadini europei allo scopo di sostenere, dal passo, la necessità di dotare l’U.E. di un governo democratico europeo fondato sul consenso dei cittadini e di una Costituzione, senza cui all’Unione europea non sarà possibile affrontare le sfide esistenziali della globalizzazione, della riconversione ecologica dell’economia, dell’affermazione del modello sociale europeo e della politica estera e di sicurezza comuni. La Costituzione europea rappresenta anche l’architrave delle politiche dell’Unione nel mondo. L’ordine internazionale fondato sulla politica di potenza, l’egemonia, il neocolonialismo, la guerra, la lotta per la supremazia economica e la distruzione della natura è la triste eredità di un passato che non consente di pensare e progettare il futuro dell’umanità La Costituzione europea rappresenta il modello di un nuovo modo di regolare i rapporti tra Stati che operano, nella democrazia e seguendo le regole del, per costruire un futuro di pace e di prosperità, nel rispetto dell’ambiente naturale. I cittadini europei possono tornare a credere in un futuro dell’Europa solo se la classe politica europea mostrerà, per prima, di credervi.

 

Nel 2007 è stato così lanciata una Campagna popolare per il coinvolgimento dei cittadini europei a favore del governo europeo e della Costituzione federale europea.

L’U.E. alla fine del 2007 si trova ancora priva di una Costituzione e deve affrontare il lungo periodo delle ratifiche nazionali del Trattato di Lisbona a ridosso delle elezioni del Parlamento europeo che avranno luogo entro giugno del 2009.

 

 Nel 2007 l’attività  del CESI è stata indirizzata nelle seguenti direzioni :

 a)      Studio delle modifiche da apportare al Trattato Costituzionale dell’U.E. per far ripartire il processo costituente e delle procedure da seguire per ottenerne l’adozione.    
Comparazione tra il Trattato che istituisce una Costituzione europea e il Trattato di Lisbona.

 b)      Elaborazione di una ricerca e di una proposta in ambito U.E. per fondare un’Agenzia Europea per l’Energia e l’Ambiente sul modello della C.E.C.A., e, a livello dell’O.N.U. per la creazione di un’Agenzia mondiale specializzata (Agenzia Mondiale per l’Ambiente) dotata di reale autonomia e fondi propri.

 c)   Creazione di un gruppo di ricerca sul tema dello  sviluppo economico sostenibile  dell’Unione europea e  della riforma della finanza pubblica.

 d)   Elaborazione di ricerche e di proposte inerenti l’emissione di un prestito europeo in Eurobonds per il finanziamento delle infrastrutture europee, della ricerca e  dell’innovazione scientifica e tecnologica nonché per realizzare una maggiore stabilità monetaria tra le principali monete mondiali.

 e)   Elaborazione di una ricerca e di una proposta di una nuova struttura e organizzazione delle forze di sicurezza e difesa in ambito europeo e delle procedure da adottare per     ottenere avanzamenti in tale settore.

I gruppi di lavoro istituiti su questi temi sono stati composti da esperti, da esponenti delle principali forze politiche, sindacali e della società civile italiana ed europea. I risultati delle ricerche sono stati presentati e discussi in Convegni pubblici e successivamente oggetto di pubblicazione.

 
L’attività del CESI è stata inoltre indirizzata a:

 a) proseguire l’opera di salvaguardia, valorizzazione e potenziamento degli Archivi Storici dell’U.E.F e del M.F.E..

 b) potenziare la diffusione della rivista THE FEDERALIST DEBATE redatta in lingua inglese (4.000 copie) ampliando la collaborazione di personalità di rilievo mondiale.

 c) ncoorganizzare a Bardonecchia, in aprile 2007 la XXIIIa edizione del Seminario di  formazione europea dei giovani studenti vincitori del concorso regionale “Diventiamo   cittadini europei”.

 d) organizzare incontri e dibattiti con i rappresentanti delle forze politiche, economiche e sociali e della società civile su temi di attualità e eventi  importanti europei e mondiali.

 

Nel 2007 l’attività del CESI si è dunque rivolta ad approfondire il dibattito intorno agli accadimenti del processo di unificazione europea, a fare il punto sulla situazione di difficoltà nella quale versa detto processo di unificazione europea e a sottolineare l’esigenza di assumere iniziative politiche per rilanciarlo. In proposito si segnala:

  •  E’ stato dato appoggio all’organizzazione da parte dell’UEF di un referendum europeo consultivo rivolto ai cittadini europei per dar loro l’opportunità di chiedere, alla Commissione europea e al Parlamento europeo, che la Costituzione europea non venisse ratificata dagli Stati membri ma dal consenso diretto dei cittadini, tramite appunto un referendum europeo da tenersi contemporaneamente alle elezioni europee. L’iniziativa era il frutto del coordinamento tra l’UEF e le espressioni dell’associazionismo eco-pacifista, il MFE, i Sindacati impegnati a favore del referendum. La Campagna di raccolta delle adesioni dei singoli cittadini, delle personalità del mondo economico, politico e dell’ Associazionismo aveva come titolo Let the European People Decide! - Decida il popolo europeo!

 

  •  E’ proseguita la pubblicazione della rivista “The Federalist Debate” . Ricordiamo che lo scopo della rivista è quello di promuovere un dibattito senza confini tra le organizzazioni federaliste e le organizzazioni non governative sul federalismo in Europa e nel mondo, sui problemi legati al processo di globalizzazione e di unificazione europea. L’ipotesi sulla quale si fonda il lavoro editoriale è quella di studiare il federalismo come la forma di statualità che permette di conciliare l’unità del genere umano con il rispetto delle diversità, il metodo che permette al diritto di prevalere sulla violenza che domina le relazioni internazionali, di organizzare la pace nel mondo e di estendere la democrazia sul piano internazionale.

 

            Nel 2007 tra le più note personalità che hanno collaborato con la rivista, citiamo Joseph Baratta (Professore di World History and International Relations al Worcester State College di Boston), Mercedes Bresso (Presidente della Regione Piemonte), Edward Chobanian (Principal Economist della Banca mondiale), James Christie (Preside della Facoltà di Teologia dell’Università di Winnipeg-Canada), Fernando Iglesias (Professore all’Università di Buenos Aires e membro del Parlamento argentino), Brendan Donnelly (Direttore di Federal Trust), Jean-Pierre Gouzy (Direttore della rivista “L’Europe en Formation”), Chris Hamer (Presidente della World Citizens Asssociation dell’Australia),Chris Layton (Presidente dall’associazione Action for a Global Climate Community), Jo Leinen (Presidente d’onore dell’UEF e Presidente della Commissione affari costituzionali del Parlamento europeo),George Modelski (Professore di Scienza politica all’Università di Washington), William R. Pace (Convenor della Coalizione di ONG per il Tribunale penale internazionale), Paolo Ponzano (Chief Advisor della Commissione europea), Tommaso Padoa-Schioppa (Ministro dell’Economia ed ex membro del Board della Banca centrale europea), Robert Paehlke (Direttore della rivista “Alternatives: Canadian Environmental Ideas and Action”), John Pinder (Presidente di Federal Trust, Londra), Stefano Rodotà (ex-membro della Convenzione che ha redatto la Carta Europea dei Diritti Fondamentali),Sir Peter Sutherland (Presidente di BP Amoco e Amministratore Delegato della Goldman Sachs International), Heinz Timmermann (Vice-direttore dalla Stiftung Wiessenschaft und Politik), Robert Toulemond (Presidente di AFEUR, Parigi), Sir Brian Urquhart (ex Sottosegretario generale dell’ONU), Kimon Valaskakis ( Presidente del Club of Athens Global Governance Group), René Wadlow (Direttore di “Transnational Perspectives”, Ginevra).

La rivista  The Federalist Debate ha ricevuto apprezzamenti prestigiosi da parte di Agence Europe e del Parlamento Europeo.

 

E’ proseguita l’attività di realizzazione e di pubblicazione (con la collaborazione di esperti e l’assistenza dei propri ricercatori), di documenti, ricerche e libri sui temi riguardanti il processo di unificazione europea e mondiale. (allegato 2).

Si è dato corso a ricerche svolte con un occhio attento ai problemi collegati alla rivoluzione scientifica e tecnologica oggi in corso e al processo di globalizzazione. Sono stati ultimati e pubblicati i volumi:

Lo sviluppo economico dell’Unione europea e la riforma della finanza pubblica",
a cura di Vera Palea

Tale pubblicazione si è valsa della collaborazione di autori prestigiosi. Ha raccolto i contributi di un gruppo di esperti che collaborano stabilmente con il CESIe che hanno evidenziato la necessità di voltare pagina, nella politica economica europea, attraverso scelte coraggiose.

Il volume ha affrontato i seguenti problemi:
- Introduzione: “Perché L’Europa non cresce: l’impervio sentiero della strategia di Lisbona” di Franco Praussello;
- "L’UEM come unione economica incompleta e i rischi di dissoluzione della zona euro" di Franco Praussello
- "Una regolazione macroeconomica per l’Eurozona" di Antonio Mosconi
- "Il ruolo del bilancio europeo nella politica economica europe" di Guido Montani
- "Infrastrutture e Unionbonds per rilanciare la crescita europea" di Alberto Majocchi
- "Lo sviluppo sostenibile e l’Unione Europea" di Roberto Palea
- "Dall’unione monetaria all’unione economica: l’Alta Autorita’ Europea per l’energia" di Dario Velo
- "È giunto il momento che l’Unione europea si dia una politica industriale nel settore dell’energia: proposta per l’avvio di una cooperazione rafforzata" di Domenico Moro
- "Verso un nuovo modello sociale per l’Unione Europea" di Grazia Borgna
- "La fondazione di un sistema finanziario globale cooperativo: una nuova Bretton Woods per affrontare la crisi del ruolo internazionale del dollaro" di Alfonso Iozzo e Antonio Mosconi

 Vera Palea, nella presentazione, sottolinea come dalla nascita dell’Unione Economica e Monetaria, nel 1999, i dodici paesi che la compongono hanno registrato tassi di crescita sistematicamente inferiori a quelli degli Stati Uniti, della Cina, dell’India e di alcuni paesi del Sud-est asiatico. E che un confronto tra dati macroeconomici evidenzia che il declino relativo dell’Europa, in particolare nei confronti degli Stati Uniti, è dovuto in larga misura a carenze di capacità innovativa, di tecnologie e di capitale umano.

L’autrice ricorda che in considerazione di ciò, nel marzo del 2000, i governi europei lanciarono la ormai nota Agenda di Lisbona, che fonda il rilancio della crescita economica sull’impulso derivante dalla ricerca scientifica e sulla formazione del capitale umano, e grazie alla quale, entro il 2010, l’Europa avrebbe dovuto diventare “la più dinamica e competitiva economia del mondo, fondata sulla conoscenza, capace di sviluppo sostenibile, con più e migliori posti di lavoro, una maggiore coesione sociale e rispetto per l’ambiente”.

A differenza del Piano Delors, scrive l’Autrice, la strategia di Lisbona non è stata concepita come un piano europeo, affidato ad un governo europeo. Alla Commissione, infatti, non è stato assegnato alcun compito specifico, se non quello di coordinare i piani nazionali secondo “l’open method of coordination”.

La presentazione si conclude con la proposta che, in sostituzione del contributo nazionale, e in analogia con quanto avviene in Italia per il finanziamento di regioni ed enti locali, venga adottata una sovra-imposta europea sui redditi personali.

 


Il CESI ha saputo realizzare un intenso programma di scambi, dibattiti, seminari e convegni 

  • E’ stata coorganizzato, a Bardonecchia, il XXIII Seminario di formazione federalista per studenti italiani e provenienti da altri Paesi europei; Il seminario, istituito con legge regionale 18 aprile 1985, n. 36, è tenuta a cura del  MFE con il contributo della Regione Piemonte, Assessorato alla Cultura e della Consulta Regionale Europea. I locali che ospitano i lavori sono gentilmente concessi dal Comune di Bardonecchia, che ha inoltre concesso il proprio patrocinio al seminario.Sede dei lavori: Palazzo delle feste, Piazza Valle Stretta, 1 – Bardonecchia

     

 

 

  ALTRE ATTIVITA’ SIGNIFICATIVE

 

- Studio volto a potenziare l’attività di raccolta, inventariazione e catalogazione della documentazione sull’attività dei Movimenti Federalisti e europeisti, al fine di arricchire l’archivio storico del CESI;

- Continuazione dell’opera di salvaguardia, valorizzazione e potenziamento degli Archivi Storici;

- Studio di una campagna di promozione della diffusione della rivista The Federalist Debate;

- Promozione della diffusione delle pubblicazioni a cura del CESI in particolare di quelle in lingua inglese in collegamento alla rivista The Federalist Debate;

- Organizzazione di incontri con i rappresentanti delle forze politiche, economiche, sociali e della società civile per estendere la collaborazione e la programmazione comune di eventi di dibattito sui  temi europei e mondiali di attualità.

 



LINEE GUIDA PER IL 2008


Le settime elezioni europee, quelle del 2009 saranno un test decisivo. Se la partecipazione calerà ulteriormente, vincerà l’euroscetticismo. Trent’anni fa, il Parlamento europeo è stato eletto a suffragio universale. Avrebbe potuto essere l’alba della democrazia europea. Ma, i partiti europei sono ancora delle entità misteriose agli occhi dei cittadini. Pochi saprebbero indicare chi è il Segretario o il Presidente europeo del partito che hanno votato. Il fatto è che i partiti che vincono le elezioni non possono formare il governo e quindi non sono responsabili di fronte all’elettorato dell’attuazione del programma proposto. Il Parlamento europeo di conseguenza non fa politica. Scompare dalle cronache quotidiane appena chiuse le urne, perché nel Parlamento europeo non si confrontano forze con programmi alternativi di governo.

Le elezioni europee rischiano così di trasformarsi in una crudele beffa per i cittadini.

Il CESI di conseguenza dedicherà studi, ricerche, pubblicazioni e dibattiti pubblici, Forum informatici ai temi che devono essere al centro della prossima campagna elettorale europea. Sono i temi che il futuro governo europeo dovrebbe affrontare per tentare di risolvere i gravi problemi interni e assumere un ruolo innovatore nella politica mondiale. Secondo il Trattato di Lisbona il prossimo governo europeo dovrebbe rappresentare per la prima volta la volontà della maggioranza dei cittadini europei che l’ha scelto con il proprio voto.

Il CESI,quindi, si dedicherà all’elaborazione di un programma di governo a livello europeo che ha affrontato, negli scorsi anni, le tematiche sociali (Modello Sociale Europeo), ambientali (rispetto del protocollo di Kyoto, ricerca di avanguardia nelle fonti rinnovabile di energia e nelle nuove fonti quali l’idrogeno, tutela alimentare ecc.), della politica estera, di difesa e di sicurezza dell’Unione Europea (volume a cura di Roberto Palea edito da Alpina), dello sviluppo economico dell’Unione europea e la riforma della finanza pubblica (volume a cura di Vera Palea edito da Franco Angeli).

Nel 2008 il CESI approfondirà le interrelazioni esistenti tra politiche ambientali a livello europeo e quelle a livello a livello mondiale, giacchè le principali emergenze ambientali hanno, ormai, una dimensione globale.

Rifletterà, inoltre, sul contributo che può dare l’Europa alla costituzione, in seno all’O.N.U. di un’Agenzia Mondiale per l’Ambiente.

 

Inoltre il CESI continuerà  a impegnarsi nella realizzazione  delle sue principali attività: 

1.      prosecuzione nell’opera di salvaguardia, valorizzazione e potenziamento degli Archivi Storici dell’U.E.F e del M.F.E..

2.      potenziamento della diffusione della rivista THE FEDERALIST DEBATE redatta in lingua inglese, ampliando la collaborazione di personalità di rilievo mondiale.

3.      coorganizzazione a Bardonecchia, in aprile 2008, della XXIVa edizione del Seminario di formazione europea dei giovani studenti vincitori del concorso regionale  “Diventiamo  cittadini europei” .

4.      organizzazione di incontri e dibattiti con i rappresentanti delle forze politiche, economiche e sociali e della società civile su temi di attualità e eventi  importanti europei e mondiali.

5.      prosecuzione dell’attività di realizzazione e di pubblicazione (con la collaborazione di esperti e l’assistenza dei propri ricercatori), di documenti, ricerche e libri

 

Il Comitato direttivo del CESI realizzarà, a propria cura, degli opuscoli divulgativi sui seguenti temi:

1)          Un governo europeo per l’ambiente

2)          Un governo europeo per lo sviluppo sostenibile

3)          Un governo europeo per il nuovo modello sociale del XXI secolo

4)          Un governo europeo per una politica estera e di sicurezza

5)          Un governo europeo per una politica industriale in campo energetico

6)          Un governo europeo per la ricerca scientifica e l'innovazione tecnologica

7)          Un governo europeo per un nuovo ordine economico e finanziario
             internazionale

8)          Un governo europeo per il rilancio del processo costituzionale

9)          Un governo europeo per i diritti politici e civili

10)        Un governo europeo per dare un'identità all’Europa

 

Poiché, attualmente, è stata terminata una parte della ricerca sull’Agenzia Mondiale per l’Ambiente detta parte verrà pubblicata, nel mese di maggio 2008 con il titolo “Il finanziamento dei beni pubblici internazionali” con introduzione del Presidente del CESI, Roberto Palea.

 E’ stato, infine, costituito un nuovo gruppo di lavoro presieduto dal dott. Francesco Ferrero sul tema “Come potenziare il servizio civile europeo”.

                     





 Campagna per un Governo Europeo e una Costituzione Federale Europea

 

I governi nazionali non hanno voluto dare una Costituzione all’Europa. L’Unione europea non è una vera unione politica perché paralizzata dal veto dei singoli Stati nazionali e priva delle risorse necessarie per fare le politiche economiche, sociali e ambientali di cui i cittadini hanno bisogno.

Fino a quando non avrà un governo e una Costituzione federale, l’Europa non potrà svolgere un ruolo efficace nel mondo a favore della pace, della giustizia, della democrazia e dello sviluppo sostenibile e continuerà a subire le iniziative delle grandi potenze.

Noi cittadini europei rivendichiamo:

-         un governo europeo responsabile di fronte al Parlamento europeo, al quale attribuire poteri limitati ma reali in materia di politica economica, estera e di sicurezza;

-         il voto a maggioranza in tutte le materie di competenza dell’Unione e che questa venga dotata delle risorse necessarie a fare quelle politiche che i singoli Stati non sono più in grado di svolgere con efficacia;

e per questo chiediamo che

-         i partiti presentino alle elezioni europee programmi europei di governo che facciano propri gli obiettivi qui indicati e designino il loro candidato alla Presidenza della Commissione europea;

-         il Parlamento europeo, la Commissione europea e i governi nazionali  – o un’avanguardia di governi se l’unanimità non è possibile – usino il loro potere d’iniziativa per convocare una Convenzione democratica costituente con il mandato di redigere una Costituzione federale europea;

-         tale Costituzione sia approvata da una doppia maggioranza di cittadini e di Stati dell’Unione mediante un referendum europeo ed entri in vigore tra i Paesi che vogliono procedere verso l’Unione federale dell’Europa.

 Movimento Federalista Europeo                     Unione Europea dei Federalisti



Detta campagna che sta per essere lanciata è la prosecuzione di quella precedente, svolta nel 2007, per la ratifica del Trattato che istituisce una Costituzione europea, tramite un referendum europeo, Trattato abbandonato dai Capi di Stato e di Governo e sostituito dal Trattato di Lisbona.

La Campagna, aggiornata come sopra, tiene conto della nuova realtà.

  




Pubblicazioni 2007  realizzate con il contributo dei ricercatori del CESI

 

- AA.VV., Da Ventotene all’Unione europea, contributi di D. Ghidorzi Ghizzi, L. Levi, G. Montani, S. Pistone, M. Romani, Modena, Il Fiorino, 2007

- Baldassarre Aprile, Gianenrico Rusconi, Umberto Morelli ed altri, L’idea di Europa. Passato e futuro della Costituzione europea, a cura di Sergio Carletto, Atti del convegno in occasione del 60° anniversario della morte di Duccio Galimberti, Cuneo, 1-3 dicembre 2005, Milano, Medusa, 2007

- Lucio Levi, Un uomo storico e un nuovo movimento politico, “Diritto e libertà” VIII, 2007, n.13

- Jean-Pierre Malivoir, Cinquant’anni d’Europa. Immagini e riflessioni, Torino, Alpina, 2007

- Umberto Morelli, L’Unione europea. Storia, istituzioni, politiche. Materiali e proposte di lavoro interdisciplinari, Torino, Loescher, 2007

- Vera Palea (a cura di), Sviluppo economico dell’Unione Europea e riforma della finanza pubblica, collana CESI, Milano, Franco Angeli, 2007

- Roberto Palea (a cura di), The Role of Europe in the World. Theses on the Foreign, Defence and Security Policies of the European Union, Collana Einstein, Torino, Alpina, 2007

- Sergio Pistone, L’Unione dei federalisti europei, Napoli, Guida, 2007

- Cinzia Rognoni Vercelli, Luciano Bolis. Dall’Italia all’Europa, Bologna, Il Mulino, 2007

- Altiero Spinelli e Ernesto Rossi, Il Manifesto di Ventotene, ristampa anastatica a cura di Sergio Pistone, Torino, Celid, 2007

- Fabio Zucca (a cura di), Europeismo e federalismo in Lombardia. Dal Risorgimento all’Unione Europea, Bologna, Il Mulino, 2007

 

 

 

Testi terminati e in corso di pubblicazione

 

- Paolo Caraffini, Il Consiglio Italiano del Movimento Europeo 1948-1985, Bologna, Il Mulino.

- L. Levi, Federalist Thinking, Lanham, MD, University Press of America.

- Rinaldo Merlone, L’unificazione europea nel pensiero e nell’azione di Carlo Sforza, Bologna, Il Mulino.

 

Collaborazioni con riviste

 

- Il Federalista - The Federalist

- The European Union Review

- Il Dibattito Federalista

- Il Politico

- Fédéchoses

- World Federalist News

- Revue d’histoire de l’integration européenne

- Piemonteuropa

- Rivista del volonariato

- Europa 2000

- The New Federalist

- L’Unità Europea

- L’UEF newsletter

- AUSE notizie

- UNIEUROPA

 

Per quanto riguarda le collaborazioni in essere con altre istituzioni, il nostro Centro Studi collabora continuamente con:

- World Federalist Movement – WFM – New York

- Institute for Global Policy – IGP – New York

 - Worldwatch Institute – New York

 - Union Européenne des Fedéralist – UEF Bruxelles

- Fondazione Schuman – Parigi

- Europe Direct – Bruxelles

- Rappresentanza per l’Italia della Commissione dell’U.E. – Roma

- Istituto Affari Internazionali – IAI - Roma

- Centro Luigi Einaudi – Torino

 



Seminari, conferenze e dibattiti

Torino, 27 gennaio 2007

Riunione del Comitato direttivo del CESI e del Centro regionale piemontese del MFE. Presieduto da Roberto Palea presidente CESI.
O.D.G.: ricordo di Pierfausto Gazzaniga; elezione del nuovo Segretario regionale; partecipazione al XXIII congresso nazionale del MFE; preparazione della Campagna per il referendum europeo.

 

Torino, 1 febbraio 2007

Convegno organizzato in collaborazione con la Fondazione Rosselli “L’ombra lunga del Risorgimento”, Tavola rotonda su “Elite e popoli. I dilemmi della costruzione europea”.Interventi: Luigi Bonanate, Corrado Malandrino, Umberto Morelli, Emilio Papa e Gabriele Magrin.

 

Torino, 9 febbraio 2007

Partecipazione del CESI all’iniziativa del Tavolo regionale di coordinamento su tema “Il Futuro dell’Europa”, promosso dall’Ufficio di Roma della UE nel quadro del Piano D (democrazia, dialogo, dibattito). Partecipazione CESI al seminario “L’Europa della società civile” (partecipanti fondazioni, associazioni, di volontariato, cooperative sociali, associazioni europeiste). Presente per il CESI l’ avv.Alberto Frascà.

 

Torino, 9 febbraio 2007

Aula Magna dell’Università di Torino incontro dedicato a Ernesto Rossi nel 40° anniversario della morte,organizzato dal Centro Pannunzio in collaborazione con il CESI. Presidenza di Pier Franco Quaglieni, introduzione di Anna Ricotti, interventi, Luigi Compagna, Valerio Castronovo, Paolo Edoardo, Fiora Centocroci. Per il CESI è intervenuto Sergio Pistone

 

Torino, 19 febbraio 2007

Presso la sede dello IUSE dibattito sul tema “La politica europea di vicinato”, organizzato in collaborazione con l’Istituto Euromediterraneo del Nord Ovest (Paralleli), l’Istituto Affari Internazionali, CESI, CIE, CSF, Consiglio regionale del Piemonte, Consulta europea, Fondazione Luigi Einaudi. Moderatore  Rinaldo Bontempi, presidente di Paralleli, relazione Robeto Aliboni, Direttore dell’IAI.

 

Torino, 19 febbraio 2007

Dibattito nella sede del CESI in via Schina,26 sul tema :” Un referendum europeo sulla Costituzione europea”.Presidenza Grazia Borgna, Direttore CESI, relazione Giorgio Anselmi,Segretario nazionale del MFE,

 

Novara, 23 febbraio 2007

Dibattito nella sede MFE sul tema  “Un referendum europeo sulla Costituzione federale europea “

 

Novara, 26 febbraio 2007

Albergo Italia. CESI, MFE e Novara Europa hanno organizzato un dibattito sul tema “I valori morali dello sport in Piemonte e in Europa”. Presidenza CESI, relatori: dr. Monica, Assessore allo Sport e Pari Opportunità della Regione Piemonte e Arch. Corradini.

 

Torino, 20 marzo 2007

La Presidenza della Regione Piemonte e l’associazione culturale Dialexis hanno organizzato, in collaborazione con Provincia di Torino, Comune di Torino, casa editrice Alpina, CESI, la mostra “Immagini e riflessioni per i 50 anni dei Trattati di Roma” presso la Sala Espositiva della Regione Piemonte in Piazza Castello 165. La mostra è stata inaugurata dalla Presidente della Regione Piemonte Mercedes Bresso alla presenza di Roberto Palea presidente CESI.

 

Torino, 23 marzo 2007

Intervento di Lucio Levi al TG3 Piemonte sul tema “ Quali prospettive per l’Europa unita nel  50° anniversario dei Trattati di Roma”.

 

Novara, 23 marzo 2007

Dibattito presso l’Istituto Fauser , promosso dal CESI, sul tema  “Il lavoro in Italia e in Europa”. Introduzione di Liliana Besta Battaglia, interventi dei rappresentanti  sindacali di CGIL, CISL e UIL di Novara.

 

Torino, 30 marzo 2007

La Fondazione G. Agnelli, il Centro Studi sul Federalismo, hanno  presentato il volume, curato da Dario Velo, L’Europa dei progetti. Imprese, innovazione, sviluppo (CSF, Studi3, Giuffrè, Milano, 2007). Alla presenza dell’autore sono intervenuti:Mario Demarie (Direttore Fondazione Agnelli), Umberto Morelli (Direttore CSF), Lorenzo Caselli (Presidente Fondazione Scuola della Compagnia di San Paolo), Piero Castaldo (Segretario generale della Compagnia di San Paolo), Angelo Maglietta (Segretario Fondazione CRT), Cristiana Muscardini (Europarlamentare), Valerio Zanone (Senatore della Repubblica). Partecipazione  CESI di Grazia Borgna.

 

Torino, 2 aprile 2007

Il C S F ha organizzato in collaborazione con URGE, nella sala conferenze dell’Archivio di Stato di Torino, un convegno su “Alle origini del federalismo. Italia e Germania a confronto in prospettiva europea”. Ha presieduto Piero Gastaldo, Segretario generale della Compagnia di San Paolo. Sono intervenuti: Sergio Fabbrini (Università di Trento), Philip Marrow (Max Planck Institute for the Study of Societies, Colonia), Alfio Mastropaolo (Università diTorino), Daniel Ziblatt (Harvard University). Intervento  di Lucio Levi (CSF-WFM-UEF- CESI)

 

Novara, 12 aprile 2007

Intervento CESI  alla celebrazione del 50° anniversario dei Trattati di Roma organizzato dal Prefetto di Novara presso l’Auditorium Cantelli.

 

Novara, 16 aprile 2007

Presso l’Istituto Fauser e sotto la presidenza di Liliana Besta Battaglia, il CESI nella persona di Sergio Pistone, ha tenuto una conferenza su “Il 50° anniversario dei Trattati di Roma e le sfide attuali”.

 

Torino, 17 aprile 2007

L’Associazione mazziniana di Torino ha organizzato con la collaborazione del CESI un dibattito su “Il processo costituzionale europeo a cinquant’anni dai Trattati di Roma”. Relatore Alberto Frascà (direttivo CESI e Segretario torinese del MFE).

 

Novara, 4 maggio 2007

Partecipazione CESI al dibattito all’Albergo Italia su “Genesi del pensiero federalista: pagine in onore di Ernesto Rossi pioniere di una nuova Europa”.Intervento di Luigi Vittorio Majocchi e di Antonella Braga, autrice del volume  Un federalista giacobino. Ernesto Rossi pioniere degli Stati Uniti d’Europa, Il Mulino, Bologna, 2006.

 

Torino 6 maggio 2007

Partecipazione CESI all’iniziativa dell’Agenzia europea per la formazione (European Training Foundation), a Villa Gualino sul tema  “L’ Europa incontra i suoi vicini”, ( una no-stop di musica, mostre, performance gastronomiche con la partecipazione di artisti delle aree dei Balcani (Albania, Bosnia, Croazia, Macedonia, Montenegro,Serbia), del mondo arabo (Algeria, Egitto, Giordania, Libano, Marocco, Siria) e dell’ex Unione Sovietica (Armenia, Bielorussia, Federazione Russa, Georgia, Moldavia, Ucraina, Uzbekistan). In ogni stand i vari paesi hanno presentato le opere letterarie gli autori emergenti, l’artigianato, il turismo, film e documentari. Nel pomeriggio si è tenuto un dibattito sulla politica di vicinato dell’Unione Europea introdotto da Alfonso Sabatino (Direttivo CESI, Segretario regionale dell’MFE), alla presenza di rappresentanti della Russia, della Bosnia e del Marocco. A conclusione della giornata il CESI e il MFE  hanno raccolto le adesioni  alla Petizione.sul referendum popolare europeo sulla Costituzione europea.

 

Verbania, 9 maggio 2007

Partecipazione CESI alle celebrazioni del  9 maggio, Festa dell’Europa, a cura del “Comitato provinciale per la valorizzazione della cultura della Repubblica nel contesto dell’unità europea”, presieduto dal Prefetto,  con la collaborazione del Comune di Verbania, sul tema  “L’Europa di domani. Il progetto europeo dalla Resistenza alle sfide del presente”. Evento articolato su tre relazioni: 1) rievocazionedella Carta di Chivasso (1944) da parte del Consigliere regionale Marco Travaglino; 2) proiezione di un CD ROM sulla Resistenza e l’esperienza transfrontaliera; 3) relazione di Liliana Besta Battaglia del MFE di Novara sul tema ”L’Europa in costruzione: dai Trattati di Roma alle sfide del presente”.

 

Rodi, 10-12 Maggio 2007

Partecipazione del CESI alla Conferenza sulle città gemellate organizzata dall’AICCRE presieduta del Segretario regionale AICCRE, Alfonso Sabatino (direttivo CESI), sul tema “le esperienze dei Comuni piemontesi e la cooperazione tra Comuni gemellati per la raccolta firme della Campagna per il referendum europeo”.

 

Torino, 10 maggio 2007

Partecipazione CESI al  seminario organizzato dal CSF, presso il Dipartimento di Studi Politici dell’Università di Torino, su “Habermas: diritto costituzionale versus diritto egemonico”, introdotto da Leonardo Ceppa dell’Università di Torino.

 

Novara, 14 maggio 2007

Partecipazione CESI alla presentazione al Club Kiwanis Novara di “L’altra Europa: le gravi crisi delle Repubbliche ex-sovietiche”. Introduzione di Liliana Besta Battaglia e testimonianza di Andrea Riscassi, inviato RAI in Ucraina e Bielorusia. Raccolta di firme per referendum europeo.

 

Torino, 14 maggio 2007

Partecipazione CESI presso il Salone Internazionale del Libro, alla presentazione di Riccardo Lala, amministratore delegato della casa editrice Alpina, del volume “E’ possibile un’unica storia europea?”ed Alpina. Interventi di Antonio Brusa, Franco Cardini, Luciana Castellina e Costanzo Preve

 

 Torino, 14 maggio 2007

Organizzazione di un dibattito presso la sede CESI di Via Schina, 26 sul tema  “Il ruolo del WFM per un governo democratico mondiale della globalizzaziione in vista del congresso di Ginevra”. Relatore il Segretario genererale del World Federalist Movement, Bill Pace, presidenza di Lucio Levi (Università di Torino), membro dell’esecutivo del WFM e del direttivo CESI

 

Novara, 16 maggio 2007

Partecipazione CESI alla Tavola rotonda presso il Liceo Scientifico Antonelli su “Il 50° anniversario dei Trattati di Roma e la figura di Altiero Spinelli”. Relatori: Daniela Preda (Università di Genova), Luigi Vittorio Majocchi (Università di Pavia), Antonella Braga (Istituto Storico della Resistenza), Liliana Besta Battaglia (MFE).

 

Arona, 19 Maggio 2007

Partecipazione CESI gemellaggio Arona-Compiègne, intervento sul significato dei gemellaggi e i risultati della Conferenza di Rodi di Alfonso Sabatino (Segretario regionale AICCRE, segreterio piemontese MFE, Direttivo CESI) .

 

Torino, 25 Maggio 2007

Partecipazione CESI al Seminario “L’Europa per i cittadini” sul nuovo programma per la cittadinanza europea attiva, organizzato assieme al Centro “Europe  Direct” di Torino e riservato ai funzionari comunali. (Interventi di Aurelia Tesio, Assessore alla Provincia di Torino, Vincenzo Chieppa, Presidente della Consulta Europea, Risto Raivio della Commissione europea, Alfonso Sabatino, Segretario regionale AICCREe direttivo CESI,, Claudia Fassero della Provincia di Torino).  Presentazione delle migliori pratiche da parte di Monastero di Lanzo e Torre Pellice).

 

Rivalta, 13-23 giugno 2007

Partecipazione CESI alla Festa dell’Unità in appoggio all’iniziativa della GFE di Torino e della Sinistra giovanile per organizzare uno stand  per la raccolta delle adesioni alla petizione per il referendum europeo.

 

Torino, 18 giugno 2007

Presso la Fondazione dell’Avvocatura Fulvio Croce il MFE e il CESI hanno organizzato un dibattito su “Il processo costituente europeo, l’efficacia della Carta dei diritti di Nizza e l’Osservatorio dei diritti fondamentali in Europa”. Introduzione di Alberto Frasca direttivo CESI, relazione di Giuseppe Bronzini (Consigliere presso la Corte d’appello di Roma).

 

Torino, 25 giugno 2007

Presso la sezione del CESI e con la collaborazione del MFE dibattito sul tema “The Economic Government of the Eurozone”. Relatore George Irwin (docente di Macroeconomia all’Università di Londra) Presidenza CESI di Lucio Levi(Università di Torino)

 

Torino, 26 giugno 2007

Partecipazione CESI all’iniziativa (presso l’Archivio di Stato) del C S F di roganizzare un  dibattito sul tema  “Il Consiglio europeo di Bruxelles del 21- 23 giugno 2007”. Ha introdotto e presieduto Antonio Padoa-Schioppa (presidente del CSF-Università di Milano). Interventi Antonio Missiroli (direttore degli Studi dell’European Policy Centre di Bruxelles) su “Le prospettive politiche dell’Unione Europea”, Carlo Bastasin (editorialista de “La Stampa” e membro del consiglio del CSF) su “La posizione della Germania durante e dopo il semestre di presidenza”, Stefano Silvestri (presidente dell’Istituto Affari Internazionali di Roma)su “La strategia dell’Italia al Consiglio europeo e gli sviluppi futuri”. Intervento Lucio Levi (Università di Torino-Direttivo CESI)

 

Torino, 4 luglio 2007

Presentazione nella sede del CESI, di Lucio Levi (Università di Torino, direttivo CESI) di Edith Pichler, docente di Scienza politica alla Humbolt-Universität di Berlino, sul tema: “La rinascita del neo-nazismo in Germania”.

 

Rueglio, 7 agosto 2007

Dibattito alla Biblioteca “Corzetto Vignot”, sul tema:“L’Unione Europea a 50 anni dai Trattati di Roma”. Relatore Sergio Pistone(Università di Torino,  direttivo CESI).

 

ROMA, 8 settembre 2007

Camera dei deputati  commemorazione di Altiero Spinelli. Dibattito sul tema:”Altiero Spinelli : una Costituzione per l’Europa” relazione di Lucio Levi (Università di Torino, direttivo CESI  e membro dell’esecutivo mondiale del WFM)

 

Bruxelles, 10 settembre2007

Parlamento europeo celebrazioni del centenario della nascita di Altiero Spinelli Intervento di Lucio Levi (Università di Torino, direttivo CESI  e membro dell’esecutivo mondiale del WFM)

 

Novara, 10 settembre 2007

Comitato direttivo CESI, GFE, MFE preparazione del progetto “Facciamo la pace organizzato dalla Provincia di Novara per organizzare incontri nelle scuole medie superiori sui temi: “Unione, pace costruttiva nella nuova Europa” e “Il ruolo di un’Europa federale nella costruzione della pace mondiale”.

 

Novara, 21 settembre 2007

Incontro del Comitato direttivo CESI, GFE, MFE in preparazione della celebrazione del centenario della nascita di Altiero Spinelli.

 

Moncalieri, 24 settembre 2007

Partecipazione CESI presso il Collegio Carlo Alberto di Moncalieri (Torino) alla terza edizione di “Law and Business in Europe”. Il Corso post-laurea in diritto economico e della concorrenza nell’Unione Europea, organizzato in lingua inglese dall’Istituto Universitario di Studi Europei (IUSE) di Torino e dal Centro Studi sul Federalismo (CSF) di Moncalieri con il sostegno finanziario della Compagnia di San Paolo. Ogni anno partecipano studenti provenienti da ogni parte del mondo che desiderano specializzarsi nelle normative e nel funzionamento del mercato unico o nell’accesso ai Fondi comunitari, al fine di potere intraprendere carriere di livello nell’industria e nei servizi. Le lezioni sono tenute da docenti dell’Università di Torino, dell’Università di Friburgo (Svizzera), della Carlo Cattaneo University (LIUC) e dell’European Policy Centre. Al termine delle lezioni e dei seminari gli studenti sosterranno un esame finale a metà dicembre.

 

Torino, 2 ottobre 2007

Incontro  CESI-MFE di Torino a sostegno  dell’appello dell’Unione europea, appoggiato dall'Associazione Piemonte-Grecia "Santorre di Santarosa" in relazione agli incendi dolosi che hanno colpito la Grecia. Nell’appello si invita il Governo greco ad aderire all'iniziativa UE per bloccare qualsiasi destinazione d'uso diversa dai rimboschimenti delle aree coinvolte negli incendi.

 

Torino, 10 ottobre 2007

Dibattito nella sede CESI- MFE di Torino sulla possibilità di prosecuzione della campagna "Let the European people decide" dopo il varo del Trattato di Lisbona.

 

Torino, 15 ottobre 2007

Dibattito, nella sede della Fondazione L.Einaudi, con il Centro di Ricerca e Documentazione "Luigi Einaudi" sul tema "Un'iniziativa UE per il Kosovo". presieduto Giorgio Frankel Relazioni: Alfonso Sabatino (Segretario regionale MFE-direttivo CESI) e l'on. Gianni Vernetti (Sottosegretario agli Esteri).

 

Pino Torinese, 21 ottobre 2007

Dibattito nel teatrino della Scuola Media Nino Costa organizzato dal CESI per la presentazione del libro di Jean-Paul Pougala, “Fuga dalle tenebre “(Torino, Einaudi 2007). Relazione di Roberto Palea (Presidente del CESI) con la partecipazione dell'autore.

 

Torino, 23 ottobre 2007

Partecipazione CESI presso il Centro Congressi Lingotto, nel quadro di "Melting Box-Piemonte 2007.alla Fiera internazionale dei diritti e delle pari opportunità per tutti. Seminario sul tema "I diritti della nuova Europa" organizzato in collaborazione con la Provincia di Torino. Introduzione Sergio Pistone (direttivo CESI) "Il futuro della Costituzione europea". Intervento di Giuseppe Bronzini Papi (Osservatorio sul rispetto dei diritti fondamentali in Europa), Renata Polverini (Comitato Economico e Sociale Europeo), Peter Moore (Comitato delle Regioni), Muriel Dunbar (European Training Foundation), Bashy Quraishy ENAR), Riccardo Gottardi (ILGA), Ludovica Bottarelli Tranquilli Leali (European Women's Lobby), Giampiero Griffo (European Disability Forum), Elio D'Orazio (AGE European Older People's Platform), Roberto Santaniello (Rappresentanza italiana Commissione europea), Fransisco Fonseca Morillo (Commissione Europea Direttore DG JLS-C).

 

Torino, 26 ottobre 2007

Partecipazione CESI, al Centro Congressi Torino Incontra, al convegno di studi internazionali, organizzato dall'ASEGE in collaborazione con il C S F, la Fondazione Enérgeia, la Fondazione Giulio Pastore, la Fondazione Manfreda Del Piano, l'Osservatorio del Mercato del Lavoro della Regione Piemonte e con il patrocinio del CNEL. Partecipazione CESI al dibattito sul tema "L'evoluzione europea della governance del mercato del lavoro internazionale".  Interventi di dirigenti sindacali di Italia, Francia, Spagna, Belgio, Polonia e Tunisia, Mario Scotti (Presidente Euronet ASEGE), Sergio Pistone (Università di Torino, CFS-CESI), Andrea Campani (Università LUMSA di Roma).

 

Torino, 26 ottobre 2007

Nella sede CESI-MFE di via Schina,26  dibattito sul tema "Quale Europa e quale America nel futuro delle relazioni transatlantiche". Presidenza Roberto Palea  (presidente CESI), relazione Cesare Merlini (presidente del Comitato dei Garanti dell'Istituto Affari Intenazionali), esperto delle relazioni euro-americane, vicepresidente CESI.

 

St. Michel de Maurienne, 27 ottobre 2007

L'Associazione Torino-Chambery ha organizzato, con partecipazione del CESI,  la giornata dei gemellaggi tra Piemonte e Savoia.

 

Torino, 1 novembre 2007

Presso l'Unione Culturale "Franco Antonicelli" , dibattito sul tema "Ernesto Rossi: una vita per la libertà" organizzato dalla Consulta torinese per la laicità delle istituzioni. Interventi di Grazia Borgna (direttore CESI), Antonella Braga (autrice del libro su Ernesto Rossi, pioniere degli Stati Uniti d'Europa), Simonetta Michelotti (Università di Siena), Tullio Monti (Coordinatore Consulta per la laicità delle istituzioni), Giovanni de Luna (Università di Torino).

 

Torino, 21 novembre 2007

GFE di Torino in collaborazione con il CESI, hanno organizzato un dibattito sul tema "La nuova frontiera ad est dell'Europa. Come condividere vantaggi economici e rispetto dei diritti umani con Russia, Bielorussia e Ucraina?". L'incontro si è svolto presso l'Università di Torino con la partecipazione delle associazioni ALDA, Terra del Fuoco e Amnesty International.

 

Torino, 10 dicembre 2007

Presso la sede CESI-MFE di via Schina,26  dibattito sul tema “la difesa europea”. Presentazione di due libri, tra loro complementari: "La difesa europea" di Antonio Missiroli e Alessandro Pansa, edizioni "il Melangolo", Genova, 2007; “CeMiSS-Centro Militare di Studi Strategici (a cura di), "The ERRF and the NRF- The European Rapid Reaction Force and the NATO Reaction Force: Compatibilities and Choises", Rubbettino, Roma, 2004.

 

Torino, 10-11 dicembre 2007

La Scuola Internazionale Europea Altiero Spinelli ha organizzato, nel quadro delle celebrazioni per il centenario della nascita di Spinelli, uno spettacolo teatrale intitolato "Vivere costruendo. Altiero Spinelli: una vita per l'Europa" ed eseguito dal Laboratorio teatrale della Scuola stessa, con la sceneggiatura e la regia di Adriano Castellucci. La rappresentazione, di grande valore e di notevole successo, è stata seguita da un dibattito presieduto dalla Dirigente scolastica Maria Luisa Vighi Miletto. Relazione di Lucio Levi (docente universitario, executive comitee WFM, direttivo CESI). Interventi Marco Brunazzi, e Umberto Morelli(CSF, Università di Torino).

 

Torino, 21 dicembre 2007

Riunione di fine anno direttivo CESI “ il bilancio del 2007”  presidenza Grazia Borgna direttore CESI, relazione Roberto Palea , presidente CESI.









2008

 

Anche il 2008, come l'anno precedente, è stato contrassegnato da molti e importanti avvenimenti sullo scenario europeo:

Dopo l'approvazione da parte del Consiglio europeo (riunito a Lisbona il 18-192007), il Trattato di riforma (denominato Trattato di Lisbona) è stato sottoposto alla ratifica da parte degli Stati membri dell'Unione Europea. Questo Trattato che sostituisce il Trattato che istituisce la Costituzione per l'Europa, pur conservando alcune delle innovazioni istituzionali proposte dalla Convenzione europea, sopprime tutti i simboli della statualità europea (la parola costituzione, l'inno europeo, la bandiera), ritornando alla antidemocratica concezione di una Unione fondata sulla sola volontà degli Stati sovrani e non più su quella dei cittadini europei, come era stato riconosciuto nella Costituzione europea.

L'Europa si è costruita anche grazie ad una successione di Trattati negoziati dagli Stati membri. Questo metodo (Monnet) ha prodotto dei risultati positivi e ha permesso in 50 anni avanzamenti significativi nella costruzione europea. Ma il salto di qualità, la cessione della sovranità, dagli Stati nazionali alla federazione sta nel cedere i poteri di governo alla Commissione e nell'adottare la Costituzione (Spinelli). L'obiettivo della Costituzione federale è quello di aumentare l'efficacia delle istituzioni europee colmando il deficit democratico, superando il veto nazionale e adottando la regola del voto a maggioranza in tutte le deliberazioni del Consiglio europeo.

Il Trattato di Lisbona rappresenta un compromesso che rende possibile riavviare il processo costituente. Esso entrerà in vigore soltanto quando tutti gli Stati dell’Unione l'avranno ratificato e, oggi, purtroppo mancano ancora alcune essenziali ratifiche.

Alla fine del 2008 hanno ratificato il Trattato ben 25 su 27 Stati. Mancano la Repubblica Ceca, il cui Parlamento si riunirà per decidere il 2 febbraio, e l'Irlanda il cui governo, dopo il referendum popolare con esito negativo, ha deciso di sottoporre il Trattato ad un nuovo giudizio popolare tramite un nuovo referendum da indirsi in tempo indefinito. Nonostante la ratifica della maggioranza degli Stati e dei cittadini questo non è sufficiente: ci vuole l'unanimità. Pur avendo superato i 4/5 dei consensi, il Consiglio europeo non ha deciso cosa fare e l’Unione Europea rimane in una situazione di stallo.

Sarebbe sufficiente che gli Stati che hanno ratificato proclamassero la loro intenzione di adottare il Trattato per dare un segnale ai cittadini e al mondo che L'Europa è capace di decidere democraticamente a maggioranza

L'Unione Europea dei Federalisti (d'ora in poi UEF), e numerose Organizzazioni della società civile si sono assunte l'impegno, in vista delle imminenti elezioni del Parlamento Europeo, di dare la parola ai cittadini europei allo scopo di sostenere, dal basso, la necessità di dotare l'U .E. di un governo democratico europeo e di una Costituzione. L'UEF è profondamente convinta che senza colmate il deficit democratico, non sarà possibile per l’Unione affrontare le sfide esistenziali della globalizzazione, della riconversione ecologica dell'economia, dell'affermazione del modello sociale europeo, della politica estera e di sicurezza comuni, di un nuovo ordine mondiale politico economico e monetario. La Costituzione europea rappresenta anche l'architrave delle politiche dell'Unione. L'ordine internazionale fondato sulla politica di potenza, l'egemonia, il neocolonialismo, la guerra, la lotta per la supremazia economica e la distruzione della natura è la triste eredità di un passato che non consente di pensare e progettare il futuro dell'umanità. La Costituzione europea rappresenta il modello di un nuovo modo di regolare i rapporti tra Stati che operano, nella democrazia, per costruire un futuro di pace e di prosperità, nel rispetto dell'ambiente naturale e dei diritti sociali. I cittadini europei potranno tornare a credere in un futuro dell'Europa solo se la classe politica europea mostrerà, per prima, di credervi.

Nel 2008 è stata così lanciata una Campagna popolare volta a coinvolgere i cittadini europei e a proporre loro di impegnarsi a favore del governo europeo e della Costituzione federale europea. Una campagna capace di creare un ampio schieramento di organizzazioni e associazioni della società civile europea che, costituendosi in Convenzione dei cittadini europei, sappia intervenire nella campagna elettorale europea (che si terrà nel giugno 2009) e confrontarsi con i candidati dei partiti europei sui temi cruciali dello sviluppo economico sostenibile, dell' occupazione, dell' ambiente e delle ricerca, della pace e delle sicurezza internazionali. Una Convenzione di alleati dei federalisti che detti l'agenda alla politica e sappia dimostrare che i cittadini europei vogliono più Europa e non meno Europa, come da alcune parti si tenta di affermare.

Nel 2008 si sono cominciati a sentire i primi avvertimenti di una crisi finanziaria e economica che ha avuto ripercussioni sui mercati mondiali e inevitabilmente inciderà anche sul processo di integrazione europea.    
Detta crisi economica e finanziaria potrà essere più agevolmente superata mediante un coordinamento efficace delle politiche economiche degli Stati e, a livello europeo, mediante l’esercizio di reali poteri di governo da parte degli organi dell’Unione europea anche mediante l’utilizzo della leva fiscale e finanziaria a livello europeo e la realizzazione di investimenti infrastrutturali europei.

 

Nel 2008 l'attività del CESI è stata indirizzata nelle seguenti direzioni:

a)   Aggiornamento della strategia di perseguimento dell’obbiettivo della Federazione europea dopo il fallimento della Campagna per indire un referendum europeo sulla Costituzione europea (let the european people decide), dovuto all'accantonamento del Trattato istitutivo della Costituzione europea e alla sua sostituzione il 22 giugno 2007 con il Trattato di Lisbona.

b)   Elaborazione di una ricerca e di una proposta in ambito U.E. per fondare un' Agenzia Europea per l'Energia e l'Ambiente sul modello della C.E.C.A., e, a livello dell'O.N.U. per la creazione di una comunità mondiale specializzata (Comunità Mondiale per l'Ambiente) dotata di reale autonomia e fondi propri.

c)   Conclusioni della ricerca sul tema dello sviluppo economico sostenibile dell'Unione europea e della riforma della finanza pubblica.

d)   Conclusione della ricerca sui problemi della fiscalità internazionale in collaborazione con l’ISAE di Roma e pubblicazione dei risultati nel volume di Floriana D’ELIA e Stefania GABRIELE – Il finanziamento dei beni pubblici globali, con prefazione di Roberto PALEA e Manuela PAVAN.

e)   Elaborazione di ricerche e di proposte inerenti l'emissione di un prestito europeo in Eurobonds per il finanziamento delle infrastrutture europee, della ricerca e dell'innovazione scientifica e tecnologica nonché per realizzare una maggiore stabilità monetaria tra le principali monete mondiali.

f)   Istituzione di un gruppo di Studio sulla crisi finanziaria ed economica che ha avuto avvio negli Stati Uniti, diretto e coordinato da Antonio MOSCONI e pubblicazione delle prime riflessioni nel volume: Antonio MOSCONI – La fine delle egemonie, con prefazione di Lucio LEVI.
L’attività del gruppo di studio continua anche a seguito dell’evoluzione e dell’approfondimento della crisi.

g)   Elaborazione di una ricerca e di una proposta di una nuova struttura e organizzazione delle forze di sicurezza e difesa in ambito europeo e delle procedure da adottare per ottenere avanzamenti in tale settore.

h)   realizzazione dei quaderni informativi e divulgativi sul tema generale Un governo europeo per... sui seguenti argomenti:

1. Un governo europeo per uno sviluppo sostenibile

2. Un governo europeo per l'ambiente

3. Un governo europeo per un nuovo modello sociale .

4. Un governo europeo per la ricerca scientifica e l'innovazione tecnologica

5. Un governo europeo per una politica industriale europea nel settore dell'energia

 I gruppi di lavoro istituiti su questi temi sono stati composti da esperti, da esponenti della politica e dei sindacati nonchè della società civile italiana ed europea. I risultati degli studi sono stati presentati e discussi in Convegni pubblici e successivamente oggetto di pubblicazione.

Continua l’attività dei gruppi di lavoro su altri temi i cui studi (ulteriori cinque) sono in corso di finalizzazione e verranno pubblicati nel 2009.

 

L'attività del CESI è stata inoltre indirizzata a:

1.   proseguire l'opera di salvaguardia, valorizzazione e potenziamento degli Archivi Storici dell'U.E.F e del M.F.E..

2.   potenziare la diffusione della rivista THE FEDERALIST DEBATE redatta in lingua inglese (4.000 copie) ampliando la collaborazione di personalità di rilievo mondiale.

3.   coorganizzare a Bardonecchia, in aprile 2007 la XXIVa edizione del Seminario di formazione europea dei giovani studenti vincitori del concorso regionale "Diventiamo cittadini europei".

4.   organizzare incontri e dibattiti con i rappresentanti delle forze politiche, economiche e sociali e della società civile su temi di attualità e eventi importanti europei e mondiali.

 

Nel 2008 l'attività del CESI si è dunque rivolta ad approfondire il dibattito intorno ai più importanti fatti riguardanti il processo di unificazione europea, a fare il punto sulla situazione di difficoltà nella quale versa e a sottolineare l'esigenza di assumere iniziative politiche per rilanciarlo.

Come si è detto è proseguita la pubblicazione della rivista "The Federalist Debate" . Ricordiamo che lo scopo della rivista è quello di promuovere un dibattito senza confini tra le organizzazioni federaliste e le organizzazioni non governative sul federalismo in Europa e nel mondo, sui problemi legati al processo di globalizzazione e di unificazione europea. L'ipotesi sulla quale si fonda il lavoro editoriale è quella di studiare il federalismo come la forma di statualità che permette di conciliare l'unità del genere umano con il rispetto delle diversità culturali, economiche e sociali delle sue componenti. Questo modello istituzionale è l’unico che permette al diritto di prevalere sulla violenza che domina le relazioni internazionali, di organizzare la pace nel mondo e di estendere la democrazia sul piano internazionale.

Nel 2008 tra le più note personalità che hanno collaborato con la rivista, citiamo:

Lucio Levi (Professor in Comparative Politics at University of Torino-Italy, Member of WFM Executive Committee abnd UEF Federal Committee, Director of The Federalist Debate), Robert Toulemon (president of club-Europa- ARRI-AFEUR), James Christie (Chairperson of WFM), Stefano Rodotà (Professor in Civil law at the Univerity”La sapienza” of Roma, Italy, Former member of the Convention which drafted the Charter of Fundamental Rights of the EU), Sukant Chandan (London-based freelance journalist, researcher and political analyst), René Wadlow (Editor of www.transnational-perspectives.org. and representative to the United Nations, Geneva, of the Association of World Citizens), Marc-Oliver Pahl (Member of UEF Federal Committee, specialised In Comparative Constitutional law, EU Environmental law, working for the government of Germany’s Land North-Rhine- Westphalia), Mubashar Jawed Akbar (Leading Indian Journalist and author. Founder of the newspaper The New Age. Author of a biography of Nehru), terasa Chatawai (Adjunct Research Fellow within the Socio-Legal Research Center and teacher in the Griffith Law School Nathan, Brisbane, Autralia), Jean Pierre Gouzy (Editor of the magazine L’Europe en formation Member of UEF Federal Committee), Amitai Etzioni (Director of the Institute of Communitarian Policy Studies at the George Washington University, author and editor of a number of important books, including most recently Security first), Ian kreutz (Jo Leinen Assistant  at the European Parliament, President of the Constitutional Affairs Committee of the European Parliament),  Jo Leinen (Member of the European Parliament, President of the Constitutional Affairs Committee of the European Parliament), George Modelski ( Professor of Political Science Emeritus at the University of Washington , author and editor of a number of important books, including long Cycles in World Politics), Tommaso Padoa Schioppa (President of Notre Europe, Former Minister of Economy and Finance of the Italian government, President of the Financial and Monetary Committee of the IMF), Edith Pichler ( Professor of Political Science at the Humboldt Universitat , Berlin), Donald Sutherland (President of Federal Trust. Chairman of BP Amoco, London, Chairman and Managing Director of Goldman Sachs International Former member of the Commission of the European Community and former Director General of GATT/WTO), Carolin Zwilling ( Senior researcher in Comparative Constitutional Law at the Institute for Federalism and Regionalism, European Academy Bolzano/Bozen),  Iohn O’Brennan ( Lecturer in European Politics and Society at the National University of Ireland at Maynooth (NUIM), Author of a number of books on EU politics and Director of the Centre  for the Study of Wider Europe at NUI Maynooth), Andrea Bummel ( Founding Chairman and CEO of the Committee for a Democratic UN), Mael Donoso ( Membre of Jeunes Européens  Université de Paris),John Parry (Vice-President of UEF), Menko Rose (Chairperson of the Ashburn Institute for the Study of Global federalism and Democracy, USA), Heinz Timmermann (Associate researcher at the Stiftung Wissenschaft und Politk, Berlin, Germany).

La rivista The Federalist Debate ha ricevuto apprezzamenti prestigiosi da parte di Agence Europe e del Parlamento Europeo.

Nel 2008 è proseguita l'attività di realizzazione e di pubblicazione (con la collaborazione di esperti e l'assistenza dei propri ricercatori), di documenti, ricerche e libri sui temi riguardanti il processo di unificazione europea e mondiale. Il CESI ha saputo realizzare un intenso programma di scambi, dibattiti, seminari e convegni.

 

E'stato coorganizzato, a Bardonecchia, il XXIV Seminario di formazione federalista per studenti italiani e provenienti da altri Paesi europei; Il seminario, istituito con legge regionale 18 aprile 1985, n. 36, è tenuto a cura del MFE con il contributo della Regione Piemonte, Assessorato alla Cultura e della Consulta Regionale Europea. I locali che ospitano i lavori sono gentilmente concessi dal Comune di Bardonecchia, che ha inoltre dato il proprio patrocinio al seminario. Sede dei lavori: Palazzo delle feste, Piazza Valle Stretta,1 – Bardonecchia.

Il CESI ha assicurato la partecipazione di giovani provenienti da altri Paesi europei e l’attività dei formatori che hanno organizzato e coordinato in gruppi di lavoro l’attività dei partecipanti.

 



Eventi



Arona, 20 gennaio 2008

Presso l’Istituto Tecnico Commerciale Don Dilani, incontro con tre classi di studenti nell’ambito del percorso “Facciamo la pace” in collaborazione con la Provincia di Novara e il CSV (Centro Servizi per il Volontariato) sul tema “Unione e pace concreta e costruttiva nella nuova Europa”. Relatori Paolo Maccari (MFE) Novara e Federico Nicola (GFE Novara).

 

Beinette (Cn), Gennaio – Febbraio 2008

Presso la Sala Polivalente del comune di Beinette (Cn), coorganizzazione di quattro incontri dedicati all’ approfondimento di tematiche riguardanti l’Unione Europea, organizzati dall’associazione culturale AttivaMente.

 

Torino, 8 gennaio 2008

Presso la FNAC di Torino-Centro è stato presentato il libro di Jean Paul Pougala “In fuga dalle tenebre” (Torino, Einaudi, 2007). Sono intervenuti, oltre all’autore, Roberto Palea (presidente del CESI) e Anna Salotto.

 

Torino, 22 gennaio 2008

Incontro organizzato, presso il Centro Einaudi, da MFE, CESI e Centro Einaudi su “Il Medio Oriente dopo Annapolis”. Sono intervenuti Franca Balsamo (Università di Torino), Giorgio S. Frankel (Centro Einaudi), Alfonso Sabatino (MFE), Claudio Vercelli (Istituto Salvemini), Roberto Palea (CESI).

 

Torino, 27 gennaio 2008

Nella sede di Via Schina 26 è stato presentato il film-documentario di Al Gore sull’emergenza ecologica. Roberto Palea ha introdotto il dibattito e, al termine della proiezione, ha commentato il film.

 

Novara, 15 febbraio 2008

Presso l’Albergo Italia incontro organizzato da Associazione Novara Europa, Movimento Federalista, CESI e AEDE sul tema “L’Europa e il Medio Oriente”. Relatore Federico Leopardi, Università Vita Salute San Raffaele Milano.

 

Torino, 22 febbraio 2008

L’Associazione Mazziniana Italiana in collaborazione con CESI ha organizzato un incontro dedicato a Lorenza Grandi a quattro mesi dalla sua morte, con interventi di Marisa Caccia (FNISM), Antonio Caputo (Giustizia e Libertà) e Cristina Vernizzi (AMI). Lorenza Grandi, figlia del famoso mazziniano federalista Terenzio Grandi, ne ha condiviso i valori e le battaglie e si è in particolare impegnata sul tema dell’emancipazione femminile, scrivendone un libro “Donne a casa”, che ripercorre la storia del femminismo in Europa.

 

Torino, 27 febbraio 2008

Incontro organizzato, presso il Centro Einaudi, da MFE, CESI e Centro Einaudi su “La Russia di Putin”. Sono intervenuti Paolo Crosetto (Università di Torino, CIRPET), Lucio Levi (CESI), Sergio A. Rossi (Centro Studi Diritto ed Economia in Russia – CSI), Piero Sinatti (Centro Studi Storici dell’Europa Orientale), Giorgio S. Frankel (Centro Einaudi).

 

Torino, 3 marzo 2008

Presso la sede di Via Schina Alfonso Iozzo e Antonio Mosconi (CESI) hanno introdotto un dibattito sulla attuale crisi economico-finanziaria mondiale e sulle prospettive di una nuova conferenza di Bretton Woods.

 

Torino, 7 aprile 2008

Conferenza in collaborazione con MFE. Relazione del prof. Sergio Pistone sul tema “Situazione e prospettive del processo di integrazione europea sulla base del Trattato di Lisbona”.

 

Novara, 9 aprile 2008

Presso l’Istituto Tecnico Industriale Giacomo Fauser, incontro con quattro classi di studenti nell’ambito del percorso “Facciamo la pace” in collaborazione con la Provincia di Novara e il CSV (Centro Servizi per il Volontariato) sul tema “Unione e pace concreta e costruttiva nella nuova Europa”. Relatore Paolo Maccari del MFE di Novara.

 

Torino, 21 aprile 2008

Giampiero Bordino (CESI), responsabile didattico del Seminario di Bardonecchia, ha tenuto una relazione sulla XXIV edizione del seminario e sul tema della formazione dei giovani.

 

Torino, 22 aprile 2008

Incontro organizzato, nella Sala Archivio di Stato di Torino, da MFE, CESI e Centro Einaudi su “La questione nucleare nel Medio Oriente”. Sono intervenuti Giorgio S. Frankel (Centro Einaudi), Paolo Migliavacca (Il Sole 24 Ore), Sergio Pistone (MFE), Mario Vadacchino (Politecnico di Torino), Anna Caffarena (Università di Torino).

 

Pino Torinese, 25 aprile 2008

Nel teatrino della scuola media “Nino Costa” CESI e MFE con il Comune hanno organizzato la celebrazione del 60° anniversario della Costituzione italiana. Sono intervenuti Umberto Morelli (segretario del CSF) sul tema “Attualità della Costituzione italiana nel suo 60° anniversario”, Roberto Palea (CESI) sul tema “Dalla Costituzione italiana alla Costituzione europea” e Alfredo Viterbo (Presidente Fondazione Calamandrei), che ha commentato alcuni passi del libro di Piero Calamandrei “Lezioni sulla Costituzione italiana”.

 

Grugliasco, 9 maggio 2008

Il Comune di Grugliasco e l’Associazione studentesca Ateneo liberal democratico hanno organizzato la Festa dell’Europa dedicata al tema “Unione Europea. Una nuova identità in costruzione”. Sono intervenuti Luigi Turco (Assessore ai rapporti con le Istituzioni comunitarie), Mario D’Acri (Consiglio Comunale di Grugliasco), Salvatore Giannella (autore del libro, “Voglia di cambiare. Seguiamo l’esempio degli altri paesi europei”, Gabriele Bruno (Ateneo liberal-democratico), Stefano Chicco (AICCRE), Marta Semplici (CESI).

 

Torino, 13 maggio 2008

Incontro organizzato, presso il Centro Einaudi, da MFE, CESI e Centro Einaudi su “Il futuro della NATO”. Sono intervenuti Domenico Moro (MFE), Stefano Silvestri (Presidente Istituto Affari Internazionali), Valerio Zanone (Presidente Consiglio Italiano del Movimento Europeo), Alfonso Sabatino (MFE).

 

Novara, 16 maggio 2008

Presso l’Albergo Italia incontro organizzato da Associazione Novara Europa, Movimento Federalista e CESI in collaborazione con l’Associazione Radicale Adelaide Aglietta di Novara sul tema “L’altra Europa – Le rivoluzioni per la Libertà e i Diritti Politici e Civili nelle aree ex Sovietiche”. Relatore Andrea Riscassi, giornalista inviato nei Balcani e in Ucraina (Rai 3 Milano).

 

Torino, 20 maggio 2008

Presso la sede del Centro Studi “Sereno Regis” si è tenuto un incontro fra CESI e Centro Studi Sereno Regis  sul tema “Due vie per la pace: federalismo e non violenza”. Hanno introdotto Lucio Levi e Nanni Salio. In tale occasione Roberto Palea (Presidente CESI) ha presentato la proposta dell’istituzione di una Agenzia mondiale per l’Ambiente e della creazione di una piattaforma di O.N.G. che sostengano il lancio di una petizione mondiale a sostegno di questo obiettivo.

 

Pino Torinese, 3 giugno 2008

Presso il teatro “Le Glicini” il Comune ha organizzato una serata dedicata ai cambiamenti climatici. Sono intervenuti l’Assessore all’ambiente Alessandra Tosi, il presidente del CESI Roberto Palea e Giorgio Cingolani del Centro Studi Sereno Regis. E’ stato proiettato e commentato il film di Al Gore “Una scomoda verità”.

 

Torino, 17 giugno 2008

Conferenza di Lester Brown (fondatore del Worldwatch Institute e dell’Earth Policy Institute, definito dal Washington Post uno dei più influenti pensatori del mondo) su “Strategie per un pianeta sostenibile. Lo stato del pianeta e le strategie per il futuro”, organizzato dalla Fondazione Agnelli nella propria sede, per presentare il libro di Brown appena uscito, per Edizioni Ambiente. Sono intervenuti Mario Salomone (coordinatore del Comitato per le celebrazioni del centesimo anniversario della nascita di Aurelio Pecci), Adriana Castagnoli (Università di Torino-ISTORETO) e Roberto Palea (presidente CESI).

 

Torino, 14 luglio 2008

Dibattito in sede su “L’integrazione euroamericana è un’opzione per il governo della globalizzazione?”. Introduzione di Domenico Moro, Vicepresidente nazionale MFE, sui libri di Eduard Balladur, Pour une union occidentale entre l’Europe et les Etats Unis (Paris, Fayard, 2007) e di Herve de Carmoy, L’Euramerique (Paris, PUF, 2007).

 

Torino, 22 ottobre 2008

Incontro presso il Centro Einaudi con Marino De Medici (giornalista residente negli USA che scrive attualmente per “Affari Esteri”) dedicato alla politica americana in vista delle elezioni presidenziali. Ha presieduto Giorgio Frankel e sono intervenuti Sergio Pistone, Giampiero Bordino (CESI) e Giorgio Mondino.

 

Torino, 28 ottobre 2008

Coorganizzazione presso la Scuola Internazionale Europea Statale Altiero Spinelli di una giornata dedicata al tema “Nation Building. La costruzione dell’identità europea attraverso le lingue e la cultura”. Sono intervenuti Sergio Pistone, Gianni Vattimo, Federico Volla, Elena Volpato e Luisella D’Alessandro. Sotto la direzione di Adriana Castellucci, della Preside Maria Luisa Vighi Miletto e di Marco Brunazzi, gli studenti hanno svolto letture interpretative dedicate ad Altiero Spinelli.

 

Torino, 10 novembre 2008

Organizzazione del corso dell’Università della Terza Età sul tema “Europa e Africa: dal colonialismo all’interdipendenza”. Il corso è stato aperto da Sergio Pistone e Jean-Paul Pougala (Presidente del Movimento Federalista Africano) presieduto da Grazia Borgna (CESI).

 

San Mauro Torinese, 13 novembre 2008

Coorganizzazione con ANPI, con il patrocinio delle città di San Mauro Torinese e Gassino Torinese, della celebrazione del 60° anniversario della Costituzione italiana con dibattito su “Unità della Repubblica e federalismo”, presieduto da Alessandro Lipani e con l’intervento di Andrea Giorgis e Lucio Levi (CESI).

 

Torino, 15 dicembre 2008

Dibattito sul volume di Loretta Napoleoni, Economia canaglia. Il lato oscuro del nuovo ordine mondiale. Ha introdotto Giampiero Bordino (CESI).


 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Ottobre 2013 13:22  

Calendario

November 2017
S M T W T F S
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2